A.s.d. Atletica Verbano - Cittiglio (VA)
Ultime news | Articoli | Appuntamenti | Le gare del mese | Classifiche | Cronache gare | Volantini | Gallery foto

Fai il Login per commentare il messaggio

AutoreMessaggio

Mauro Toniolo
31-08-2010 ore 05.00
"Cogliamo l’occasione per informarvi che sono ancora disponibili dei pettorali per la prova mondiale open di Ultra SkyMarathon."...tutto inizia con questa mail ricevuta il 2 agosto dalla segreteria del Kima.Nella mia testa un gran casino,una gran voglia di isrivermi subito ma la paura di non essere preparato a un simile sforzo.Ricordo ben presto le parole di Giacomo in merito alla gara,lui,che l'ha terminata con un tempo strepitoso,mi disse che era un percorso troppo "tecnico"per le sue qualità...se é troppo tecnico per lui figuriamoci per me!Perchè questa maledetta mail!?Avevo già fatto tutti i miei progetti come direbbe Vasco e invece in un baleno via con i documenti e tutto il resto,spedisco il modulo di iscrizione e la ricevuta del pagamento,ricevo un'altra mail...è tutto ok! Nei giorni successivi discuto della cosa con alcuni amici,tutti stanno a sentirmi con aria preoccupata...mhmmm...bene! Sabato 28 arrivo in Valtellina,sono ospite a pranzo da Adriano e Maria(grazie ragazzi!),c'è anche il Fiurash(mitico!)che troverò il mattino dopo alla partenza,poi mi dirigo in val Masino per il briefing pre gara delle 16.30 e il ritiro del pettorale infine cena e pernottamento a casa dei miei vicino a Sondrio.Domenica mattina colazione alle 04.00,non ho fame ma devo mangiare!Alle 05.30 sono già al centro sportivo di Filorera,è una mattina fredda e il cielo è limpidissimo,le previsioni danno bel tempo per tutto il giorno.Ore 06.00 mi dirigo alla partenza dove c'è il controllo dell'abbigliamento:scarpe,guanti,pantaloni a 3\4,maglia a mezzamanica,giacca antivento obbligatori.Saluto Manuela,Salvatore,Paolo e Davide che mi chiede se sono teso...gli rispondo di no(grossa bugia!). 06.30 partiti!si sale dolcemente su un breve tratto di strada asfaltata poi è subito sentiero e pascolo,cerco di tenere un buon ritmo per timore di essere bloccato ai cancelli posti sulla prima parte di gara.Iniziano le rocce e la concentrazione diventa indispensabile per non farsi male,mi sento bene,cerco di amministrare le forze,sono insieme a un gruppo di atleti tra i quali Manuela che poi vincerà la gara, l'ambiente è talmente bello da emozionarmi.Quando il sole inizia a spuntare tra i monti si intravede il rifugio Ponti ai piedi del monte Disgrazia,perdiamo per un attimo le tracce sulla roccia dirigendoci poco più in alto ma veniamo subito corretti dal personale sul percorso.Un rapido rifornimento di sali al rifugio e poi via per la prima bocchetta a 2894mt.Tutti i passi sono attrezzati di catene e corde fisse e segnalati con dei cartelli con la scritta DANGER! Devo rimanere molto concentrato, questi passaggi sono particolarmente esposti,per un discreto alpinista é un gioco da ragazzi ma per me è qualcosa di serio.Abbiamo già superato i 2000mt di dislivello,il gruppetto si è disgregato,siamo soltanto io e Manuela,è un continuo balzare tra i massi, devo rimanere concentrato per restare in equilibrio ma prima di arrivare al bivacco Kima cado per ben due volte sul terreno ghiacciato, niente di grave solo qualche graffio.Arriva il passo del Cameraccio il più alto di tutti quasi 3000mt,poi il passo Torrone(per niente dolce).Sulla discesa la stanchezza comincia a farsi sentire mentre Manuela inizia ad allontanarsi mantenendo il suo ritmo costante,è impressionante vederla correre!Capisco che oramai sto entrando in riserva, sono 4 ore che corro(per modo di dire)la mancanza di preparazione a gare cosi lunghe si fa sentire,debolezza e nausea mi accompagnano fino al rifugio Allievi,li mi fermo per 5 minuti ,mi siedo, mangio una barretta,bevo e mi guardo intorno,che spettacolo!Mai visto niente di più bello,l'ambiente ripaga la fatica.A questo punto il pensiero è di ritirarmi,soprattutto per il fatto che sono solo a metà dell'opera e di andare avanti cosi la vedo proprio dura...non posso...non devo mollare,mi rialzo e proseguo camminando,ogni tanto mi supera qualcuno finche arriva Salvatore che addirittura si ferma a chiaccherare per un pò...un pazzo! Ritrovo un pò di energia e aumento il ritmo grazie anche a un lungo tratto decisamente più corribile,poi arrivano tutti gli altri passi,uno dietro l'altro,sempre più duri...massacranti!Le guide alpine mi danno coraggio,mi attacco alle catene con tutta la mia volontà...il passo del Camerozzo un autentico muro!Infine il passo del Barbacan,da li é tutta discesa,vedo in fondo,laggiù, il rifugio Omio...è fatta!La corsa su sentiero fino in fondovalle ai bagni di Masino,la gente che applaude ,che incita,mi sento al settimo cielo!L'ultimo tratto di asfalto, non sento più le gambe,non importa...vedo il traguardo e soprattutto sento il Fiurash gridare:" VAAAI MAUROOO!"
AutoreCommento 1

graziella
31-08-2010 ore 08.15
AutoreCommento 2

joska
31-08-2010 ore 08.16
che bello! sigh sigh...
inizio la giornata col magone, ma fa niente!
AutoreCommento 3

Playbeppe
31-08-2010 ore 09.21
AutoreCommento 4

Davide
31-08-2010 ore 10.21
Complimentissimi Mauro!!
AutoreCommento 5

fiurash
31-08-2010 ore 17.40
Vedo che Maurone non si è ancora ripreso dal fuso orario di partenza del Kima: ha scritto l'articolo alle 5!!!

I complimenti li hai avuti dal sottoscritto appena varcato l'arrivo, ora te li faccio anche per il resoconto... apro il sito e vedo un nuovo articolo in home, apro, leggo e l'effetto è lo stesso che ha avuto Joska, mi ritorna in mente ogni singolo momento della giornata di domenica: indimenticabile anche per me.

GRANDE MAURO

AutoreCommento 6

becca
31-08-2010 ore 20.53
che dire ...dopo aver letto l'articolo..........GRANDE MAUROOOOOOOOOOOOOOOOOO e a tutti coloro che si cimentano in queste " GARE " uniche e AFFASCINANTI
AutoreCommento 7

graziella
31-08-2010 ore 21.18
e grazie all'amico Fiurash avremo anche la foto del mese!!!
AutoreCommento 8

graziella
31-08-2010 ore 21.26
grande Beppe... bello il tuo articolo!!!
AutoreCommento 9

Il Poggio
31-08-2010 ore 21.48
Per un malato di montagna e appassionato di sky come me leggere queste righe riempie di gioia. Ma anche un po' di invidia per un'impresa che non potrò mai affrontare, per lo meno non in gara. Penso di capire cosa hai provato quando la fatica cominciava a prendere il sopravvento, soprattutto i problemi di nausea, unica caratteristica che abbiamo in comune Grande Mauro, complimenti!!
AutoreCommento 10

joska
31-08-2010 ore 21.55
Mauro! innanziutto COMPLIMENTI per averla terminata perchè è una delle più dure in circolazione, poi ti ringrazio per aver risvegliato in me tanti bei ricordi. Mi vien voglia quasi quasi di rifarla.........
Sono contento che nonostante la grande fatica, tu sia riuscito a vedere e apprezzare tutte le cose positive di questa competizione, a partire dall'ambiente maestoso; si può portare a termine il Kima, gara unica nel suo genere, solo stabilendo feeling con la montagna e la natura circostante. E tu l'hai terminato. Quindi ancora complimenti Maurone!
Giacomo
AutoreCommento 11

ste
31-08-2010 ore 22.07
...dopo un messaggio così scritto alle 5 del mattino non riesco neanche a prenderti in giro......
.....non mi congratulo per l'impresa sportiva ma per la capacità che hai avuto di correre incontro ad un sogno
AutoreCommento 12

pigrone
01-09-2010 ore 10.31
vedi maurone aveva ragione maria non dovevi fermarti solo al secondo piatto di pizzocheri sabatosuper maurone mi viene ancora la pelle d'oca dopo aver letto il tuo racconto perche mi viene in mente la diretta del tuo arrivo al telefono con il fiurash.ciao e a presto
AutoreCommento 13

Mauro Toniolo
01-09-2010 ore 14.07
grazie!...non aggiungo altro
AutoreCommento 14

fiurash
01-09-2010 ore 17.18
Aggiungo io: qualcuno comincia a tenerlo in considerazione

www.sportdimontagna.com/site/index.php?option=com_content&view=article&id=2189:gransasso-skyrace-finale-del-campionato-italiano-aquila-gran-sasso-&catid=40:skyrunning&Itemid=67
viagraonlinedk.net auudqudcqicbeeedgatvcaede33c
2019 A.s.d. Atletica Verbano - Webmaster Davide